SCARICA GRATIS LA TOOLBAR DI ricettefacili

toolbar powered by Conduit

MI TROVI ANCHE QUI...

Ricette Last Minute

Partecipa al forum... ci interessa la tua opinione!

---------------------------------------------------

sabato 5 dicembre 2009

LA QUINOA








La quinoa (Chenopodium quinoa) è testimone di biodiversità; viene coltivata infatti da oltre 5000 anni sugli altipiani pietrosi delle Ande a 4000 metri sul livello del mare ed è cibo essenziale per le popolazioni andine. Appartiene alla famiglia delle chenopodiacee, come gli spinaci o la barbabietola. E' una pianta resistente che non richiede particolari trattamenti e produce una spiga ricca di semi rotondi, simili a quelli del miglio.
È un alimento particolarmente ricco di proprietà nutritive: contiene fibre e minerali, come fosforo, magnesio, ferro e zinco, ed è un'ottima fonte di proteine vegetali; inoltre i grassi contenuti nella quinoa sono inoltre prevalentemente insaturi.
La quinoa non contiene glutine ed è alimento adatto sia agli adulti che ai bambini.

Lavorazione
La semina del prodotto avviene tra settembre ed ottobre, a seconda delle zone. La coltivazione rispetta gli standard dell'agricoltura biologica e la raccolta si effettua nei mesi di aprile-giugno.
I grani di quinoa vengono poi lavati e selezionati per eliminare eventuali impurità e saponine, sostanze lievemente amare contenute nella pianta. Viene in seguito essiccata tramite "secadores" solari e confezionata all'origine in scatole da 500 g.

La quinoa si utilizza in grani in alternativa a un normale cereale, al posto del riso, del couscous o del miglio. È ottima nelle zuppe, nelle insalate fredde o nelle crocchette.

 Ricetta base

70 gr di quinoa per persona: una volta cotta ha, infatti, una resa di 2,5 volte il suo volume.
Importante è sciacquarla in abbondante acqua corrente muovendo i grani con le mani per eliminare il leggero amaro che la caratterizza. Versare la quinoa in acqua bollente (150 ml di acqua per 70 gr di quinoa), portare ad ebollizione, aggiungere una punta di sale e cuocere per circa 12-15 minuti fino a che i grani siano gonfiati e abbiano formato un piccolo germoglio bianco (anellino a corona del chicco).


Scolare e condire a piacere con latte, formaggio o semplicemente olio di oliva extra vergine.

Per curiosità e ricette con la quinoa: "Cucinare con la quinoa", coedito da Sonda e Ctm altromercato.

Fonte delle informazioni:

Prodotti tipici regionali

2 commenti:

Nanny'76 ha detto...

ciao, mi piace il tuo blog, scrivi delle interessaNTI...mercy^_^

gigaetano ha detto...

Devo proprio provarlo!!!

Linkwithin

Related Posts with Thumbnails